_SKIPNAVIGATION
_MENU_OPEN
 
 IscrizioniImmatricolazioni e iscrizioniIscrizione agli anni successivi al primo
7369

Iscrizione agli anni successivi al primo

ULTIMO AGGIORNAMENTO
05.08.2022
social share Facebook logo Twitter logo

In sintesi 

Iscrizioni


Per rinnovare l’iscrizione agli anni successivi al primo devi pagare la I rata delle tasse entro il 4 novembre 2022, il bollettino sarà disponibile da settembre sui servizi online, l’iscrizione verrà aggiornata automaticamente. I rinnovi dell'iscrizione effettuati dopo la scadenza sono soggetti ad un onere amministrativo aggiuntivo.

Lo studente prossimo alla laurea, può scegliere di non pagare la prima rata delle tasse universitarie se si laurea entro la sessione di aprile 2023. Lo studente laureando che intende conseguire il titolo entro 30 aprile 2023 e vuole proseguire gli studi in un corso di laurea magistrale dell’Ateneo, deve  rinnovare l’iscrizione entro il 13 gennaio 2023.

Approfondisci

 

Modalità di presentazione della domanda di iscrizione

Per rinnovare l’iscrizione agli anni successivi al primo lo studente deve pagare la prima rata delle tasse universitarie (tramite PagoPA) disponibile su Applicativo gestione carriera studente (accesso con credenziali) a partire dal 8 settembre 2022.

La scadenza per il rinnovo dell’iscrizione è il 4 novembre 2022 (valida sia per gli studenti senza esoneri sia per i beneficiari di esonero).

Il versamento effettuato verrà registrato automaticamente nella carriera dello studente entro 5 giorni dal pagamento (non è necessario consegnare la ricevuta, che deve comunque essere conservata per tutta la durata della carriera).

Se il versamento viene effettuato dopo la scadenza lo studente deve pagare anche un onere amministrativo di 100 euro (vedi tasse e contributi); la tassa sarà disponibile nella pagina personale dello studente dopo la registrazione del pagamento della prima rata.

Se lo studente è in debito della seconda rata dell’anno accademico precedente, il pagamento della prima rata per l’anno 2022/2023 viene inserito in carriera, ma l’iscrizione non viene registrata fino a quando lo studente non ha estinto il debito. Lo studente in questa situazione non può sostenere esami dell’anno accademico 2022/2023.

Iscrizione con esoneri

Agli studenti che richiedono la borsa di studio ARDSU, la tassa di iscrizione calcolata in misura ridotta verrà elaborata a partire dal 8 settembre 2022 ed entro 10 giorni dalla presentazione della domanda di borsa di studio.

Agli studenti con riconoscimento di handicap o con invalidità pari o superiore al 66% oppure con parziale invalidità tra il 5% e il 65%, la tassa di iscrizione calcolata in misura ridotta verrà elaborata entro 30 giorni dall’inserimento della dichiarazione di invalidità sui servizi online Applicativo gestione carriera studente (accesso con credenziali) (percorso Menu - Segreteria - Dichiarazione disabilità/DSA).

Agli studenti a cui è stata riconosciuta la disabilità (handicap o con invalidità pari o superiore al 66% o con parziale invalidità tra il 5% e il 65%) la tassa di iscrizione, calcolata in misura ridotta, sarà elaborata entro 30 giorni dall’inserimento della dichiarazione di invalidità sui servizi online servizi online Applicativo gestione carriera studente (accesso con credenziali) (percorso: Menu → Segreteria→ Dichiarazione disabilità/DSA).

L’esonero per disabilità è valido fino al termine indicato nell’attestazione presentata dallo studente, pertanto nel momento della sua scadenza, l’esonero perde di efficacia. In tal caso lo studente è tenuto a ripresentare la dichiarazione.

Se l’attestazione di disabilità (handicap, invalidità pari o superiore al 66% oppure invalidità dal 35% al 65%) riconosciuta nell’anno accademico 2021/2022 ha una scadenza successiva all’avvio delle iscrizioni per l’anno accademico 2022/2023, l’esonero delle tasse verrà rinnovato automaticamente (senza bisogno di presentare alcuna richiesta) e la prima rata sarà calcolata tenendone conto.

Agli studenti che rientrano nelle seguenti categorie di esenzione:

  • studenti colpiti dagli eventi sismici del 2016
  • studenti in stato di detenzione
  • studenti provenienti da Paesi in via di sviluppo
  • studenti figli di titolari di pensione di inabilità

e che hanno già ottenuto lo stesso esonero nell’anno accademico precedente, la tassa di iscrizione in misura ridotta sarà automaticamente calcolata dall’Ateneo. L’esonero verrà automaticamente ritenuto valido per l’intero a.a. 2021/2022, senza necessità di ulteriore richiesta. (vedi tasse e contributi)

Se lo studente non ha più diritto all’esonero per l’a.a. 2022/2023, deve avvisare la segreteria studenti entro la scadenza della I rata

Gli studenti iscritti ad anni successivi al primo che vogliono chiedere per la prima volta l’esonero per: studenti figli di titolari di pensione di inabilità o per borsa MAE, devono fare apposita richiesta (MOD. IS_05 disponibile sula pagina della modulistica) alla segreteria studenti, prima del termine delle iscrizioni, dopo tale scadenza lo studente per ottenere l’esonero deve pagare un onere amministrativo di 100 euro e deve fare istanza non oltre il 13 gennaio 2023.

Informazioni per studenti laureandi

Lo studente prossimo alla laurea (laureando), senza fare richiesta, può scegliere di non pagare la prima rata delle tasse universitarie dell’anno accademico 2022/2023 se intende laurearsi entro la sessione di laurea di aprile 2023 (ultima sessione a.a.2021/2022)

Allo studente che non paga la prima rata delle tasse universitarie e non consegue il titolo entro l'ultima sessione delle prove finali per il conseguimento del titolo di studio si applicano procedure, scadenze e oneri indicati per la generalità degli studenti (vedi anche calendario scadenze, iscrizione agli anni successivi al primo, tasse e contributi)

Per rinnovare l’iscrizione all’a.a. 2022/2023 lo studente laureando che non consegue il titolo dovrà pagare la prima rata (con scadenza 4 novembre 2022) disponibile sui servizi online di Ateneo; la seconda rata è generata automaticamente e resa disponibile online solo se il pagamento della prima rata è stato effettuato entro il 13 febbraio 2023 (prima del calcolo delle seconde rate), altrimenti la seconda rata (con scadenza 26 maggio 2023) dovrà essere chiesta alla segreteria studenti.

Lo studente che intende laurearsi entro la sessione di laurea di aprile 2023 può scegliere di pagare la prima rata delle tasse universitarie dell’anno accademico 2022/2023. In questo caso:

  • se consegue il titolo entro l'ultima sessione delle prove finali per il conseguimento del titolo di studio verrà rimborsato automaticamente delle tasse pagate (con eccezione dell’imposta di bollo);
  • se non consegue il titolo entro l'ultima sessione delle prove finali per il conseguimento del titolo di studio è automaticamente iscritto al proprio corso di studio per l’anno accademico 2022/2023 e deve pagare la seconda rata delle tasse universitarie entro il 26 maggio 2023.

Lo studente laureando che intende conseguire il titolo entro 30 aprile 2023 e vuole proseguire gli studi in un corso di laurea magistrale nell’Ateneo deve  rinnovare l’iscrizione e chiedere gli esoneri, entro il 13 gennaio 2023 e recuperare l’ISEE e presentare l'esonero per fratello/sorella contemporaneamente iscritti, entro il 13 gennaio 2023. Al conseguimento del titolo, per gli studenti in possesso del nulla-osta di accesso alla magistrale, la prima rata verrà utilizzata come tassa di immatricolazione.

Lo studente prossimo alla laurea che trascorre un periodo di studio all’estero nell’anno accademico 2022/2023 per sostenere esami, scrivere la tesi o per fare il tirocinio formativo con riconoscimento di CFU può scegliere di non pagare la prima rata delle tasse universitarie. I CFU acquisiti saranno riconosciuti nell’anno accademico 2020/2021

Qualora lo studente non riesca a laurearsi entro l’ultima sessione 2021/2022 o sostenga attività oltre il 30 aprile 2023, sarà tenuto al rinnovo dell’iscrizione con le modalità sopra descritte.

 
ULTIMO AGGIORNAMENTO
05.08.2022
social share Facebook logo Twitter logo