Salta gli elementi di navigazione
home page > unifi comunica > News > Il paesaggio urbano come esperienza multiculturale
Stampa la notizia

News

Il paesaggio urbano come esperienza multiculturale

Secondo appuntamento dell’iniziativa “Filmare l’Alterità”

Stimolare una riflessione sul rapporto tra spazi urbani e migranti, restituire la complessità e la ricchezza di una comunità multiculturale attraverso il cinema e gli audiovisivi. Sono le sfide del convegno internazionale in programma lunedì 21 e martedì 22 gennaio dal titolo “Sguardi sulla città.  Filmare il paesaggio urbano come esperienza multiculturale e multidentitaria” in programma presso la Scuola di Studi Umanistici e della Formazione (Aula magna, via Laura 48, ore 9.30).

Nel corso della due giorni si confronteranno ricercatori e studiosi provenienti da venti diverse università che porteranno il loro contributo su sei temi chiave: città, alterità, erranze, società, pratiche, identità. Agli interventi saranno affiancate due sessioni di proiezioni (Aula 3, ore 15, in entrambe le giornate) di produzioni cinematografiche contemporanee che favoriscono l’integrazione sociale e conoscenza reciproca.

L’iniziativa è a cura di Cristina Jandelli, docente di Cinema, Fotografia e Televisione dell’Ateneo, e di Raffaele Pavoni e si inserisce nell’ambito del progetto di ricerca “Filmare l’Alterità”, realizzato dal Dipartimento SAGAS (Storia, Archeologia, Geografia, Arte e Spettacolo) dell’Ateneo fiorentino con il sostegno del MiBAC e di SIAE nell’ambito dell’iniziativa “Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura”.

Il convegno rappresenta la seconda fase dell’iniziativa che è stata avviata lo scorso settembre con il lancio di un laboratorio di ricerca gratuito dell’Ateneo per l’osservazione spazi urbani da parte di stranieri e migranti e per la realizzazione di prodotti audiovisivi amatoriali.

Atto finale di “Filmare l’Alterità” è la settima edizione del Festival Balkan Florence Express, in programma a febbraio, dove saranno presentate alcuni filmati realizzati all’interno del laboratorio.

Maggiori informazioni online 

18 Gennaio 2019