_SKIPNAVIGATION
_MENU_OPEN
 
 RicercaScienza aperta in AteneoIdentificatori univoci
11994

Identificatori univoci (DOI, ISBN, ISSN, ORCID)

ULTIMO AGGIORNAMENTO
10.05.2021
social share Facebook logo Twitter logo

I codici bibliografici come DOIISBN e ISSN sono usati per identificare, in modo univoco, esclusivo, inalterabile e duraturo, prodotti editoriali a stampa o digitali, opere intellettuali o identità legate al mondo della comunicazione e dell'editoria (Cancedda, 2009). Il codice ORCID, invece, serve per l'identificazione univoca dei nomi dei ricercatori attraverso un codice numerico stabile e non proprietario.

DOI, ISBN o ISSN sono richiesti nelle procedure di valutazione dei risultati della ricerca scientifica (VQR): è importante, quindi, indicare sempre questi codici nell'inserimento dei prodotti della ricerca in FLORE. 

I codici bibliografici rispondono infine ai principi FAIR, necessari per rendere rintracciabili, accessibili, interoperabili e riutilizzabili i dati della ricerca.

DOI

Acronimo di Digital Object Identifier, è uno standard internazionale che consente, tramite un codice alfanumerico costituito da una sintassi standardizzata (un prefisso e un suffisso separati da una barra), l'identificazione duratura e univoca di un oggetto digitale (articolo, rivista, ebook, tesi di dottorato, database, dataset). 

Ad ogni DOI è associata una serie di metadati relativi al contenuto (titolo, autore, data di pubblicazione, copyright, prezzo, ecc.) e alla sua collocazione nel contesto dell'offerta editoriale (l'appartenenza di un titolo ad una collana, di un articolo ad una pubblicazione seriale, la disponibilità dello stesso contenuto in più formati e supporti, ecc.).

La richiesta di assegnazione del DOI per titoli o singoli contributi all'interno di un libro o rivista viene generalmente inoltrata dai principali editori scientifici di prodotti digitali alla Federazione di agenzie coordinate dall'International DOI Foundation, organizzazione non profit e autorità di registrazione. Le agenzie forniscono supporto tecnico e assicurano la preservazione, la qualità e l'integrità dei metadati e del sistema DOI.

Dal sito dell’International DOI Foundation è possibile verificare la correttezza di un DOI.

ISBN

Acronimo di International Standard Book Number,  è un numero formato da un codice di 13 cifre, che identifica a livello internazionale, in modo univoco e duraturo, un titolo o un'edizione di un titolo di un determinato editore. ISBN è attribuito al libro, tuttavia con l’evoluzione delle tecnologie si può applicare, anche a prodotti o formati non librari (pubblicazioni multimediali, pubblicazioni elettroniche, software per personal computer, carte geografiche, pubblicazioni in Braille, ecc.).

Normalmente il codice ISBN è a pagamento e deve essere richiesto all'Agenzia italiana ISBN , salvo i casi di pubblicazioni occasionali di editori non commerciali. 

Il codice ISBN è necessario nella valutazione dei prodotti della ricerca per la VQR e l’ASN

ISSN

Acronimo di International Standard Serial Number è un numero a 8 cifre, che identifica periodici, riviste, giornali, annuari, collane monografiche e tutte le altre tipologie di pubblicazioni in serie sia a stampa che elettroniche. In particolare identifica il titolo dell'intera pubblicazione in serie e non il singolo fascicolo di una rivista o di una collana.

I numeri ISSN sono attribuiti, a pagamento, in modo progressivo dai Centri nazionali ISSN coordinati dall'ISSN International Centre, per l’Italia sono assegnati dal Centro italiano ISSN presso il CNR.

Il codice ISSN è necessario nella valutazione dei prodotti della ricerca per la VQR e l’ASN.

ORCID

Acronimo di Open Researcher and Contributor ID, è un codice numerico che serve ad identificare in modo univoco un ricercatore. Viene assegnato gratuitamente, in fase di registrazione sul sito, dalla omonima associazione aperta e no-profit.
L'assegnazione di un codice personale univoco risponde all'esigenza di risolvere i problemi di eventuali omonimie e di collegare in modo corretto un autore alla propria produzione scientifica è inoltre impiegato da molti editori (esempio PLoS, Nature e Elsevier) ed è compatibile con ResearcherID, sistema di registrazione della Clarivate integrato con Web of Science. Autori registrati in entrambe le banche dati possono quindi gestire ed aggiornare i propri profili con maggiore facilità. Gli autori che non hanno l’identificativo possono ottenerlo velocemente registrandosi sul sito web di ORCID.

Approfondimenti

 
ULTIMO AGGIORNAMENTO
10.05.2021
social share Facebook logo Twitter logo