Salta gli elementi di navigazione
Home page > Studenti > Immatricolazioni e iscrizioni > Trasferimenti fra Università

Trasferimenti fra Università


In questa pagina si trovano le informazioni sui trasferimenti fra università riportate nel Manifesto degli studi 2018-2019, sez. 7.

Trasferimenti in entrata

Lo studente di un altro ateneo che vuole trasferirsi a un corso di studio dell’Ateneo fiorentino deve prima di tutto informarsi dei termini e delle modalità di trasferimento stabiliti dall’ateneo di provenienza. L’Ateneo fiorentino accetta la documentazione trasmessa dall’ateneo di provenienza dello studente fino al 28 dicembre 2018.
Lo studente può trasferirsi a uno dei corsi di studio dell’Ateneo fiorentino attivi nell’anno accademico 2018/2019.

A) Corsi di laurea triennale e corsi di laurea magistrale a ciclo unico ad accesso libero
Lo studente che vuole trasferirsi a un corso di laurea triennale o a un corso di laurea magistrale a ciclo unico ad accesso libero deve verificare, nei siti delle Scuole e nel Regolamento del corso di laurea prescelto, se e con quali modalità dovrà sostenere la prova di verifica delle conoscenze in ingresso (vedi Parte I, Premessa).

B) Corsi di laurea magistrale ad accesso libero
Lo studente che vuole trasferirsi a un corso di laurea magistrale ad accesso libero ad accesso deve presentare la domanda di valutazione per ottenere dalla struttura didattica individuata dal corso di laurea prescelto il nullaosta al trasferimento (i moduli e l’indicazione delle sedi sono disponibili nei siti delle Scuole (vedi Manifesto degli studi 2018-2019 anche sezione 3, paragrafo 2).
Se la struttura didattica riconosce un debito formativo non è possibile trasferirsi e si devono acquisire i crediti necessari per colmare il debito entro il termine utile per completare il trasferimento.

C) Corsi di studio a numero programmato - primo anno
Lo studente che vuole trasferirsi al primo anno di un corso di studio a numero programmato deve superare la prova di ammissione e richiedere il nullaosta seguendo le indicazioni dei bandi di ammissione ai corsi per l’anno accademico 2018/2019.

D) Corsi di studio a numero programmato - anni successivi al primo
Lo studente che vuole trasferirsi agli anni di corso successivi al primo deve richiedere il nullaosta (il modulo NO_01 è disponibile su modulistica) alla Segreteria didattica della Scuola del corso di destinazione (Scuole ) dal 2 al 31 luglio 2018.
Il nullaosta per i corsi di laurea a numero programmato viene rilasciato se ci sono posti disponibili (vedi trasferimenti) e se si hanno i requisiti indicati nel bando di ammissione. Se le richieste degli studenti idonei superano il numero di posti disponibili, viene stilata una graduatoria in base alla quale è rilasciato il nullaosta.

  • Tabella posti disponibili agli anni successivi al primo per trasferimenti (pdf)

Modalità di presentazione della domanda di trasferimento

Lo studente che vuole trasferirsi ai corsi di studio dell’Ateneo fiorentino (vedi Manifesto degli studi 2018-2019 sezione 7, paragrafo 1 lettere A, B e C), deve registrarsi ai servizi on-line d’Ateneo (Sol-studenti ) e compilare la domanda di trasferimento online; successivamente sarà contattato per e-mail dalla segreteria studenti.

La procedura online sarà attiva:

  • dalle ore 9 del 6 settembre alle ore 13 del 31 ottobre 2018 per gli iscritti alle lauree triennali e magistrali a ciclo unico;
  • dalle ore 9 del 6 settembre alle ore 13 del 21 dicembre 2018 per gli iscritti alle lauree magistrali.

Lo studente che vuole trasferirsi a un corso di laurea dell’Ateneo fiorentino indicato al punto D della sezione 7 paragrafo 1, e che ha richiesto il nullaosta (il modulo NO_01 è disponibile su modulistica), sarà contattato per e-mail dalla segreteria studenti e compilerà il modulo TE_01 (disponibile su modulistica) da presentare entro 30 giorni dalla comunicazione. Alla domanda devono essere allegati:

  • la ricevuta del versamento di 100 euro per oneri amministrativi e del pagamento della prima rata delle tasse (vedi sezione tasse);
  • il nullaosta per i trasferimenti ai corsi di studio a numero programmato;
  • il nullaosta per i trasferimenti ai corsi di laurea magistrale;
  • la copia di un documento di identità valido;

Lo studente extra Unione europea soggiornante in Italia deve, in aggiunta ai precedenti, allegare copia del permesso di soggiorno ancora valido o della ricevuta della richiesta di permesso di soggiorno.

Ottenuto il trasferimento, lo studente deve pagare la prima rata delle tasse universitarie e 100 euro per oneri amministrativi (vedi sezione tasse). Non sarà riconosciuto nessun importo versato all’ateneo di provenienza, a eccezione della tassa regionale per il diritto allo studio universitario versata dagli studenti delle università toscane come contributo alla Regione. 
Lo studente trasferito non può far ritorno all’ateneo di provenienza prima di un anno accademico dal trasferimento (se non per gravi motivi). In nessun caso il versamento per oneri amministrativi verrà rimborsato.

  • Allo studente viene consegnata la tessera Studente della Toscana che permette di accedere ai servizi offerti agli studenti

Entro 45 giorni viene comunicato allo studente l’esito della valutazione della carriera universitaria precedente all’indirizzo di posta elettronica assegnatogli  dall’Ateneo (vedi Immatricolazione a corsi di laurea magistrale).

Trasferimenti in uscita

Lo studente dell’Ateneo fiorentino che vuole trasferirsi a un corso di studio di un altro ateneo deve prima di tutto informarsi dei termini e delle modalità di trasferimento stabiliti dall’ateneo in cui intende trasferirsi.

Lo studente deve presentare la domanda online (Sol-studenti ) dalle ore 9 del 6 settembre alle ore 13 del 28 dicembre 2018 e pagare 100 euro per oneri amministrativi.

Se lo studente presenta la domanda di trasferimento entro il 28 dicembre 2018, l’Ateneo fiorentino gli rimborsa automaticamente la prima rata delle tasse universitarie per l’anno accademico 2018/2019, ma non la marca da bollo di 16 euro. Se lo studente presenta la domanda di trasferimento dopo il termine previsto non ha diritto al rimborso delle tassa universitarie pagate.

Lo studente trasferito non può far ritorno all’Ateneo fiorentino prima di un anno accademico dal trasferimento (se non per gravi motivi). Con il trasferimento vengono disattivati i servizi della tessera Studente della Toscana; in nessun caso il versamento per gli oneri amministrativi e per il contributo per usufruire dei servizi regionali della tessera Studente della Toscana verranno rimborsati.

 

 
ultimo aggiornamento: 16-Lug-2018