Salta gli elementi di navigazione
Home page > Ateneo > Statuto e normativa > Regolamento finanziamenti giovani ricercatori

Regolamento finanziamenti giovani ricercatori

(approvato dal Consiglio di Amministrazione e dal Senato Accademico nelle sedute del 29/9 e 18/10/2000)

Art. 1. - Finanziamento

L’Università degli Studi di Firenze, con riferimento al Progetto Giovani Ricercatori istituito dal MURST nell’ambito del sistema relativo al cofinanziamento dei progetti di ricerca di rilevanza nazionale, assegna finanziamenti per iniziative di ricerca condotte da giovani ricercatori.

Art. 2. - Requisiti soggettivi

Il finanziamento è destinato esclusivamente a giovani che svolgono attività di ricerca come ricercatori, anche non confermati, dottorandi, specializzandi, dottori di ricerca, titolari di assegni di ricerca e di borse post-dottorato afferenti all’Università di Firenze come sede di formazione scientifica, di età inferiore ai 35 anni.

Art. 3. - Domanda di finanziamento

La domanda di finanziamento del progetto di ricerca dovrà essere inviata al Rettore tramite il Direttore dell’Unità amministrativa sede della ricerca. Tale domanda dovrà essere corredata dell’autocertificazione relativa ai dati del proponente e di un curriculum personale. Il Consiglio dell’Unità amministrativa dovrà deliberare la fattibilità del progetto, previa verifica che il proponente sia in possesso dei requisiti richiesti dal presente regolamento e che nello stesso non siano coinvolti ricercatori afferenti ad Unità operative finanziate nell’ambito dei programmi di interesse nazionale, con impegno superiore ai 6 mesi uomo.

Art. 4. - Commissione assegnatrice e procedure per la selezione

La Commissione nominata dal Rettore, composta dai cinque membri del Senato Accademico rappresentanti le aree scientifiche, sarà presieduta dal Pro-Rettore per la ricerca scientifica. La Commissione procederà ad una valutazione dei progetti di ricerca, formulando un giudizio sinteticamente motivato, anche sulla base del loro carattere innovativo. L’entità del finanziamento non potrà superare la misura massima di L. 20.000.000 per ogni singolo progetto. Il finanziamento sarà amministrato dall’Unità amministrativa sede di svolgimento della ricerca. La Commissione concluderà i propri lavori entro tre mesi dalla scadenza della presentazione delle domande, ne redigerà apposito verbale che verrà trasmesso al Rettore per i conseguenti provvedimenti di assegnazione. Copia del verbale verrà trasmessa ai singoli Dipartimenti che ne daranno comunicazione agli interessati entro 15 giorni.

Art. 5. - Durata e risultati della ricerca

Le ricerche avranno durata annuale a decorrere dalla data di comunicazione dell’approvazione del progetto da parte dell’Amministrazione centrale, prorogabile dal Direttore dell’Unità amministrativa su istanza motivata dell’assegnatario, per un periodo non superiore a 6 mesi. L’assegnatario, terminata la ricerca, dovrà presentare al Direttore dell’Unità amministrativa una relazione sui risultati scientifici ed un dettagliato rendiconto delle spese sostenute . In caso di rinnovo della domanda il richiedente dovrà presentare resoconto del lavoro fino ad allora svolto. Le spese ammissibili saranno esclusivamente quelle finalizzate all’ottenimento dei risultati previsti dal progetto.
Il Direttore dell’Unità amministrativa trasmetterà all’Amministrazione centrale una relazione sui risultati della ricerca, unitamente a quella dell’assegnatario.

 
ultimo aggiornamento: 25-Ott-2001