Salta gli elementi di navigazione
home page > unifi comunica > News > La moda e il diritto
Stampa la notizia

News

La moda e il diritto

Al via percorso formativo per gli operatori del settore

Conoscere i particolari rapporti di lavoro nella filiera della moda, approfondire la tutela penale del Made in Italy e il diritto doganale, valutare il ruolo della pubblicità e l’impatto delle nuove tecnologie.

Di tutto questo e altro ancora si parlerà nel corso di aggiornamento professionale in “Fashion Law: diritto e cultura nella filiera della moda”, un percorso per offrire formazione aggiornata e di alto livello sui temi giuridici che interessano il mondo della moda. Lo organizza il Dipartimento di Scienze giuridiche, con il patrocinio del Comune di Firenze, e si rivolge a tutti i professionisti attivi all’interno delle imprese o che lavorino a stretto contatto con le aziende, così come agli operatori del comparto (stilisti, artigiani di produzione, manager…) e ai giovani che intendano intraprendere una carriera nella moda.

I partecipanti approfondiranno temi tecnico-giuridici (impresa, contratti, proprietà intellettuale, e-commerce), e anche quelli socio-culturali del settore (creazione, moda sostenibile, intelligenza artificiale…), avendo come riferimento sia il complesso comparto industriale ed artigianale della produzione - tessile, abbigliamento, pelle, calzaturiero, accessori - sia le relazioni di lavoro nel mondo della moda.

Il Corso - diretto da Vittoria Barsotti, docente di Diritto privato comparato - si articola in tre moduli per un totale di 60 ore di didattica. Il modulo generale tratta “le problematiche giuridiche della filiera della moda” (36 ore, 15 febbraio-12 aprile 2019). Nei due moduli specialistici gli argomenti oggetto di riflessione sono i  “contratti e aspetti fiscali e doganali del settore moda”  (12 ore, 10-11 maggio 2019) e la “contraffazione e nuove tecnologie nel mondo della moda” (12 ore, 17-18 maggio 2019). Fra i docenti del corso anche professori e ricercatori dell’Università dell’Insubria, di Milano, Bologna e della Queen Mary University di Londra, oltre a rappresentanti di primo piano del mondo professionale.

Le iscrizioni si chiudono venerdì 8 febbraio. La lezione inaugurale si svolgerà al Museo del Tessuto di Prato, gli altri appuntamenti sono ospitati a Firenze presso il Campus delle Scienze sociali e il Polo didattico di via Laura (Maggiori info).

06 Febbraio 2019