Salta gli elementi di navigazione
Apri il menù
 

Finanziamenti congiunti

ULTIMO AGGIORNAMENTO
20.04.2017
social shareFacebook logo Twitter logo

Il concetto di Programma­zione congiunta è stato introdotto dalla Commissio­ne Europea nel luglio 2008 come risposta strategica alla condivisa necessità di af­frontare congiuntamente le pressanti sfide di fronte alle quali si trova l’Europa, quali il cambiamento climatico, l’ap­provvigionamento energe­tico, lo sviluppo sostenibile, la sicurezza, l’immigrazione, la salute e l’invecchiamento della popolazione. La pro­grammazione congiunta rappresenta un importante cambiamento nello scenario della cooperazione europea nel settore della ricerca: essa coinvolge gli Stati membri nella definizione, sviluppo e applicazione di agende stra­tegiche di ricerca fondate su una comune visione di come si debbano affrontare le principali sfide sociali, sfide che, avendo una portata europea, richiedono una risposta che vada oltre i confini degli stru­menti di programmazione nazionale o regionale. Questo consente di concentrare le risorse disponibili su settori effettivamente rilevanti, di ridurre la frammentazione dello Spazio Europeo della Ricerca e, non ultimo, di evitare inutili duplicazioni in termini di investimenti pubblici nella ricerca e nell’in­novazione.

Gli Stati membri aderiscono alle iniziative di program­mazione congiunta su base volontaria. L’assetto, all’inse­gna di geometrie variabili, è fortemente dinamico e sem­pre aperto a nuove adesioni, al fine di rendere concreta la collaborazione ed il coordina­mento a livello transfronta­liero dei programmi di ricerca dei singoli Stati aderenti in determinati settori strategici per i quali la cooperazione su scala europea garantisce vantaggi e risultati signifi­cativi.

Le iniziative di programma­zione congiunta portano dunque alla formazione di networks transnazionali costituiti da singoli enti na­zionali, gestori di programmi di finanziamento pubblico della ricerca. Queste forme di partenariato pubblico-pub­blico, mettendo in comune le risorse, bandiscono singole call for proposals, con caden­za solitamente annuale, per finanziare progetti di ricerca di dimensione transnaziona­le. I singoli gruppi di ricerca sono poi finanziati dall’ente nazionale dello Stato di ap­partenenza.

La presentazione delle proposte di progetto nell’ambito di questa tipologia di programmi di finanziamento segue normalmente una doppia procedura: una sottomissione europea che normalmente avviene sulle piattaforme dedicate, ed una procedura nazionale che segue le regole dettate dall’ente finanziatore partecipante alla call. Anche la predisposizione del budget di progetto deve essere conforme alle regole finanziarie dettate dall’ente nazionale erogante il finanziamento.

Joint Programming Initiatives(JPI)

Sono programmi di finanziamento congiunti, ovvero gestiti congiuntamente dalle autorità nazionali e dalla Commissione Europea. I fondi sono messi a disposizione in parte a livello europeo ed in parte a livello nazionale ed i contributi sono assegnati attraverso procedure gestite da autorità di gestione locali.
L’Italia partecipa a molteplici Iniziative di Programmazione Congiunta tramite enti finanziatori quali il MIUR, il MIPAAF, il Ministero della Salute, il MIBACT, il CNR e le Regioni.

 

ERA-NET Cofund

Le ERA-NET, iniziate con il VI Programma Quadro e poi proseguite nel VII Programma Quadro e in H2020, tramite il coordinamento dei programmi di ricerca nazionali, mirano a realizzare programmi di ricerca congiunti, volti alla soluzione delle problematiche maggiormente rilevanti per la società.

 

Programmi di ricerca ex art. 185 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea

Per sostenere tutti quei settori che operano a livello europeo ed internazionale nei quali la portata degli investimenti è tale da superare la capacità dei singoli Stati membri, sono state istituite le Joint Technology Initiatives (JTI), partenariati pubblico-privati destinati ad implementare la Strategic Research Agendas (SRA) di un numero limitato di European Technology Platform (ETPs) con ambiziosi obiettivi comuni di R&I che coinvolgono l’industria, la comunità scientifica  le autorità pubbliche.

La procedura di presentazione delle proposte di progetto nell’ambito di queste iniziative segue le regole di H2020, ad eccezion fatta per la JTI ECSEL, che, essendo cofinanziata dal MIUR per i partecipanti italiani, segue una doppia procedura di presentazione: europea e nazionale.

 

Joint Technology Initiatives (JTI)

Le Joint Technology Initiatives (JTIs) sono state introdotte nel Settimo Programma Quadro con l’obiettivo di delineare partenariati pubblico-privati per implementare le Strategic Research Agendas (SRAs) di un numero limitato di European Technology Platforms (ETPs).

 


Contatti
Unità di Processo Progetti di Ricerca | Francesca Maria Simonetti

 

Approfondimenti

  • L’Università di Firenze e i finanziamenti congiunti della Ricerca (pdf)
 
ULTIMO AGGIORNAMENTO
20.04.2017
social shareFacebook logo Twitter logo